La Pornografia: effetti e problematiche

La Pornografia: effetti e problematiche

 
EFFETTI NEGATIVI della Pornografia
 
  • Annienta me stesso e l'altro (colui o colei che amo)
  • Uccide i sentimenti
  • Annulla la donna e la sua dignità
  • È una vera e propria tossicodipendenza
  • Atrofizza il pensiero, la creatività e la fantasia
  • Porta a comportamenti asociali, evitanti e ci fa allontanare dagli altri
  • Crea una visione distorta della sessualità
EFFETTI POSITIVI DELL'AMORE
 
  • Rende felici
  • Unisce le persone
  • È un'esperienza che provoca la secrezione di alcuni ormoni come: serotonina (ormone della felicità), norepinefrina (adrenalina naturale), ossitocina, testosterone e dopamina. Tutti questi ormoni sono completamente naturali, prodotti dall'uomo e lo rendono felice
  • Viene espresso anche nella sessualità ma non solo: nella comunicazione, nei gesti, nelle parole e nella condivisione

Quindi ragazzi non fermatevi davanti immagini presenti sul vostro computer, di donne senza dignità e di uomini che si credono supereroi solo perché virtualmente (e quindi tramite la finzione) hanno soddisfatto desideri unicamente fisici. 
Informatevi, chiedete, domandate ai vostri genitori o ai vostri amici come si sono conosciuti, come si sono innamorati e come hanno trascorso insieme i momenti più felici della loro vita, cosa sono i sentimenti e qual è il modo migliore per conoscere questi sentimenti.
Questo non porterà solo a un miglioramento del rapporto con i vostri genitori ma anche alla scoperta del fascino dell'amore, inteso in senso fisico, mentale e in tutte le sue sfumature.
 

Infine è utile aggiungere un commento personale, frutto di riflessioni e studi in merito a questo argomento.

La pornografia crea delle immagini distorte sulla sessualità e su se stessi, creando false aspettative sui rapporti di coppia; questo non solo potrebbe causare disfunzioni sessuali, per uomini e donne, ma anche dei veri e propri complessi d’inferiorità, infatti non è possibile reggere il confronto con un attore pornografico, se parliamo in termini di prestazioni e performance. Questo porta la gente comune che guarda film pornografici all’assunzione di pillole per migliorare le prestazioni e, oltre a una dipendenza mentale da pornografia, si creano altre forme di dipendenze da farmaci o sostanze stupefacenti, tossiche che mettono a repentaglio la vita stessa.

(A tale proposito è bene citare come, in questi ultimi anni, sia cresciuto a dismisura l'uso ma soprattutto l'abuso del Viagra, noto anche come “pillola blu”, in giovani adolescenti che ancora non hanno raggiunto la maggiore età: questi ragazzi, ordinano il farmaco (che necessita della prescrizione medica) in internet, immettendo falsi nomi o addirittura rubando l'identità dei genitori.)


La prima descrizione del fenomeno “pornografia”, venne citata nel 1995 dalla psicologa Kimberly Young che si è spesso occupata di tutte le dipendenze derivanti dall'abuso di internet. Per molti studiosi, oggigiorno, questo fenomeno risulta essere paragonabile ad altre forme di dipendenza, come quella da alcol o sostanze stupefacenti. 

Invito tutti, genitori e figli, a riflettere su questo fenomeno sta crescendo in maniera esponenziale, giorno dopo giorno.
 
 

(Contributo della Dott.ssa Federica Busi, collaboratrice del Pesciolinorosso)

Tag:  pornografia

Condividi facebook share twitter share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner